La mia prima mezza maratona

Una vera seconda occasione data al mio fisico “cagionevole”…!

Ecco qui l’umile cronaca di quel giorno per me memorabile (scritta per il mio gruppo podistico www.orticateam.it):

29 aprile 2012: partenza rinviata alle 9.45, la tensione della mia prima mezza maratona comincia a salire…. Il tempo è ideale, nuvoloso, temperatura fresca intorno ai 15 gradi, vento leggero non eccessivo (nei giorni scorsi era caldo e molto ventoso). Cominciamo a disporci dietro la linea di partenza dietro i top runners, saremo più di mille persone, di cui circa 600 per la mezza (gli altri faranno la 10 km o la non competitiva).

Dopo l’inno italiano e lo “sparo”…ecco siamo partiti! I primi 2 km ca sono in rettilineo praticamente in piano, poi la strada comincia a salire con una buona pendenza: la fatica è tanta ma il paesaggio già molto piacevole, circondata dalla macchia mediterranea in gran parte fiorita. Arrivata in cima alla salita mi aspetta il primo scenario meraviglioso: sotto di me in lontananza la spiaggia di La Tueredda, splendida anche col tempo grigio! Proseguo lungo la discesa cercando di recuperare qualcosa del tempo perso in salita, fra il 4° e il 5° km la strada è un falso piano, poi poco dopo il 5° la prima boa, si gira tutti, primo ristoro veloce e si inverte la rotta…

La salita da affrontare al ritorno è molto più dura, lunga, faticosa, in curva…ho la sensazione che dopo la curva la pendenza finisca invece continua ancora per un bel po’…una volta arrivata in cima provo un senso di liberazione, so che il peggio è passato e mi lancio in una lunga discesa che scioglie le gambe…poi riprendo il rettilineo di circa 2 km che riporta al villaggio (siamo ai 10,4 km). A questo punto dobbiamo attraversare il villaggio, percorro nuovamente una strada in salita (ma più semplice) che lo circonda dall’alto e che mostra le spiagge di Chia all’orizzonte…bellissime.

Scendo per una pendenza ripida e mi trovo per una strada tranquilla in mezzo alle villette e alle case basse di Chia, incitata dagli abitanti del luogo quasi fossi anche io una top runner! I chilometri scorrono più veloci, in piano o quasi, poi mi immetto nuovamente sulla strada provinciale fino al 16° km circa dove si inverte di nuovo la rotta e si ritorna verso il villaggio.

Gli ultimi 5 km scorrono in parte sulla strada dell’”andata” sempre in asfalto e in falso piano ma poco percettibile…anche se le mie gambe cominciano ad essere stanche. Poi durante gli ultimi 2 km verso il villaggio comincia a piovere…ma è una pioggerellina primaverile tutto sommato piacevole…ed eccomi arrivata, gli ultimi 100 metri dentro il villaggio…Chia conquistata!

Riassumendo: il percorso è una specie di “8”intorno al villaggio, tutto in asfalto regolare senza buche, prima parte molti sali-scendi ripagati da un paesaggio splendido, seconda parte più in piano meno faticosa ma anche meno naturalisticamente interessante. Positivo per me il fatto di incrociare gli altri runners nel senso opposto di marcia, specialmente alcuni gruppi locali sardi che mi spronavano con simpatia! Buona l’organizzazione (per essere la prima edizione!), uniche note “negative” per me sono stati i ristori: grande spreco di bottiglie di plastica (di cui si sorseggia velocemente qualcosa prima di essere buttate via subito in strada), avrei personalmente preferito i bicchieri e qualche fetta più ecologica di limone. Il ristoro finale era un po’ parco, solo un po’ di frutta e acqua, qualche prodotto tipico sardo sarebbe stato molto gradito credo da tutti i partecipanti.

Sarà che era la mia prima mezza maratona, sarà che ne abbiamo approfittato per fare una settimana di vacanza al mare in una struttura e in un paesaggio splendido…in ogni caso Chia mi rimarrà nel cuore e tornerò sicuramente in altre edizioni!

PS: diamo una secondchance anche al mare fuori stagione…profumi colori sapori…una Sardegna (in particolare zona sud – Chia) spettacolare!

1 Response so far »

  1. 1

    A parte che mi è venuto il fiatone solo a leggere… ma hai idea dell’acquolina che mi è venuta a leggere “prodotti sardi”? La Sardegna, oltre che bellissima, è una delle mie regioni preferite dal punto di vista culinario. SBAVVVVVVVVVVVVVVV CHE VOGLIA


Comment RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: