Letture estive

Tra i libri letti quest’estate in vacanza (finalmente! era parecchio che non ero così efficiente nella lettura…) ne segnalo uno in particolare, che mi ha colpito non poco:

“Pane e bugie” di Dario Bressanini

Ho un background di studi scientifici e mi ritengo piuttosto razionale…tuttavia credo di aver spesso sottovalutato anch’io il potere mediatico di una certa informazione, che spesso ahimè distorce la verità e la manipola anche quando si parla di alimentazione, vita quotidiana, salute. L’autore è un chimico e analizza con dovizia di particolari e di fonti bibliografiche molti dei “casi mediatici” che si sono originati negli ultimi anni: dagli OGM al “pesto cancerogeno”, dallo zucchero bianco come “veleno” ai cibi biologici al glutammato, al latte crudo, ecc.
Sicuramente ha allargato alcuni orizzonti del mio pensiero comune e mi sono un po’ stupita nella lettura (molto scorrevole peraltro) della mia ingenuità di “naturalista-scienziata”! Continuerò quando posso ad acquistare cibo biologico e a ragionare il più possibile con la mia testa ascoltando le diverse fonti, ma certamente questo libro rappresenta per me una piccola svolta verso una maggiore consapevolezza per ciò che ingeriamo quotidianamente…direi una delle azioni più importanti della nostra vita.

Anche in ecologia (soprattutto in quella del paesaggio) si studia l’importanza delle diverse scale spaziali e temporali di analisi…questo concetto non l’avevo forse mai applicato bene nel campo dell’alimentazione. Mi ritengo un’anti-fanatica e cerco sempre di osteggiare qualsiasi forma di settarismo del pensiero…quindi ben vengano le banane OGM se veramente aiuteranno miliardi di persone a sopravvivere nei prossimi decenni. E ben venga il cibo biologico e a km zero se danneggia meno l’ambiente e mi soddisfa di più da diversi punti di vista, pur consapevole che a scala spaziale maggiore e mondiale non è un modello applicabile. Insomma: non occorre generalizzare, nè dall’una nè dall’altra “parte”.

Vi ho incuriosito (almeno un pochino) a leggerlo?!

Leave a comment »

31 Agosto 2012

E’ un momento difficile da certi punti di vista…tante riflessioni e qualche decisione da prendere…

Forse anche questo blog (finora non decollato) si sta naturalmente trasformando in un contenitore dei miei pensieri e delle mie passioni più che nella piccola “piattaforma” di seconde opportunità della vita!

Vedremo…intanto lo seguo senza pormi troppe domande…poi si vedrà.

Le splendide vacanze estive hanno portato tanto ossigeno, ma al ritorno come spesso mi accade c’è ancora più confusione!

Leave a comment »

Blur

finalmente sono tornati!

http://playvideo.libero.it/blur-under-the-westway-music-video/1455056/

anche nella musica ci sono le secondchances.

Leave a comment »

La quiete dopo la tempesta

(…)

Ecco il Sol che ritorna, ecco sorride
per li poggi e le ville. Apre i balconi,
apre terrazzi e logge la famiglia:
e, dalla via corrente, odi lontano
tintinnio di sonagli; il carro stride
del passegger che il suo cammin ripiglia.

(…)

Piacer figlio d’affanno;
gioia vana, ch’è frutto
del passato timore, onde si scosse
e paventò la morte
chi la vita abborria;
onde in lungo tormento,
fredde, tacite, smorte,
sudàr le genti e palpitàr, vedendo
mossi alle nostre offese
folgori, nembi e vento.

(…)

Giacomo Leopardi.

Ecco.

Comments (1) »

20 luglio 2012

“Più vi sviluppate come persone, meno rimanete turbati da chi è diverso da voi (…) più crescete, più diventate diversi e simili tra di voi.

Simili perchè la vita porta sentimenti di speranza, timore, dubbio, gioia e dolore che tutti gli esseri umani condividono in quanto umani.

Diversi perchè ogni persona rappresenta una variazione sul tema dell’umano e richiede rispetto per la propria differenza.”

Sidney M. Jourard “La trasparenza del sé”

Non so come mai in questi giorni mi è presa questa storia delle citazioni, forse perchè in questo momento della mia vita cerco ispirazione e risposte in ciò che hanno scritto altri…dovrei sciogliere alcuni dubbi e probabilmente anche prendere alcune decisioni, ma in questo caso non riesco a contare solo su me stessa.

Tant’è. Beccatevi anche questa bella frase sulla diversità!

Leave a comment »

Tiziano

Ebbene sì…sto leggendo il libro di Tiziano Ferro! me l’hanno regalato (su mio suggerimento a dire il vero…) e ora lo sto letteralmente divorando.

Certamente qualche mio amico o amica storterà un po’ il nasino…ma del resto la frase di ieri di Prevert ben traduce come la penso!

Che io abbia una passione per questo autore e cantante è ormai assodato…e il concerto vissuto nell’area riservata ai pass nelle prime file non ha fatto altro che accrescerla…ora però mi sto confrontando con quello che non è certo un romanzo o un capolavoro di letteratura contemporanea ma a mio modesto parere è un diario ben scritto e onesto.

Emergono le sue contraddizioni, i successi ma anche le paure e le malinconie, i suoi tormenti privati di pari passo con l’enorme popolarità, il percorso alla ricerca di un’identità (anche sessuale) che fosse solamente sua nonostante tutte le sovrabbondanti sovrastrutture esterne.

Bravo Tiziano! e chissenefrega di cosa pensano gli altri!

Comments (3) »

18 luglio 2012

“La differenza tra un intellettuale e un operaio? L’operaio si lava le mani prima di pisciare e l’intellettuale dopo.”

Jacques Prévert.

Leave a comment »